Reclami

I nostri articoli hanno caratteristiche tipiche di merci esposte a condizioni di deperibilità, a causa delle particolari sostanze che li compongono.

Pertanto possono subire alterazioni chimico-fisiche che ne potrebbero compromettere il funzionamento (del tutto o in parte) quali: errato posizionamento in fase di utilizzo (su superfici non piane o addirittura ponendoli sottosopra), urti, esposizione a calore, umidità o agenti atmosferici, incuria durante le fasi di trasporto imputabili al corriere e infine essere difettati dal principio a causa di un errore umano/tecnico in fase di produzione.

Per quanto riguarda il loro utilizzo si consiglia ad esempio di non esporre per più di qualche minuto il prodotto all’umidità notturna, proprio per evitare alterazioni che ne comprometterebbero il funzionamento.

La “magia” dei fuochi d’artificio altro non è che una reazione chimica scatenata da una combustione. Per questo motivo ovviamente non è possibile testare gli articoli prima di spedirli, a differenza di qualunque altro oggetto o prodotto (come può essere un elettrodomestico o un utensile da lavoro), ma bisogna fare affidamento esclusivamente ai rigidi controlli che avvengono nelle varie fasi di produzione e certificazione, che ovviamente non possono appunto escludere al 100% un errore umano o un difetto nei collegamenti, ma che statisticamente (e fortunatamente) non superano lo 0,03% di pezzi difettati ogni anno.

La nostra azienda è ovviamente sempre disponibile a discutere con il cliente per un eventuale rimborso (totale o parziale) di articoli che non hanno funzionato correttamente, pur non potendo in alcun modo contestare il difetto all’azienda importatrice e/o produttrice e, in caso di riscontro, si accolla totalmente la perdita economica che ne scaturisce restituendo il denaro al cliente, nonostante si occupa semplicemente di un servizio di vendita al dettaglio di prodotti fabbricati e importati da terzi.

Per ovvi motivi richiediamo però una prova fotografica (vedi l’esempio in basso) di malfunzionamento dell’artifizio, atta a dimostrare che si è trattato appunto di un difetto del prodotto e non di un difetto dovuto all’incuria o ad un errato utilizzo dello stesso da parte del cliente (anche se ad esempio un’esposizione all’umidità non può essere visionata nella prova fotografica, ma preferiamo credere fermamente nella buona fede della nostra clientela).

La contestazione in caso di malfunzionamento dovrà pervenire via email (attraverso il modulo contatti del sito indicando nell’oggetto “RECLAMO MALFUNZIONAMENTO” entro e non oltre 30 giorni dall’acquisto e che verrà indirizzata ad un nostro tecnico, il quale effettuerà una valutazione del caso e vi risponderà nel più breve tempo possibile.